Gargano - Le pietre del Gargano

FORME D'ARTE

LE PIETRE DEL GARGANO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dove siamo
 


Il Gargano è una penisola nella penisola italiana ed è conosciuta  come lo "sperone d’Italia".
La sua superfice viene calcolata in 2015  Kmq comprese le due ampie lagune di Lesina e di Varano.
La lunghezza massima è di circa 70 Km., la larghezza di circa 40Km.

UN PO’ DI GEOLOGIA DEL GARGANO
Se osserviamo la natura del terreni del Gargano, notiamo subito che essi sono fondamentalmente calcarei, il  che dà  a tutta la regione una fisionomia spiccatamente carsica. I geologi pensano che il promontorio abbia avuto origine dal sollevarsi per forze endogene di una faglia trasversale all’Adriatico, che va dalla parte occidentale dell’Adriatico (Italia) a quella orientale (parte nord della penisola balcanica o Illira).
Il Promontorio del Gargano è costituito da un insieme di sedimenti e rocce modellate a formare una miriade di paesaggi quali spiagge, baie, falesie, faraglioni, valli profondamente incise e tortuose, estesi altipiani a doline, ampi pianori terrazzati,



grotte ancora tutte da scoprire, fino ai grandi laghi costieri di Lesina e Varano.
Questa importante e variegata "geodiversità" è il risultato della diversa storia geologica iniziata più di 250 milioni di anni fa.
Nel Gargano affiorano prevalentemente rocce carbonatiche di età compresa tra il Giurassico superiore e l'Eocene (165-40 milioni di anni fa). Per la sua storia geologica, il Gargano è incredibilmente ricco di selce di ottima qualità per la scheggiatura. Con essa furono fabbricati la quasi totalità dei manufatti preistorici giunti fino a noi. Strumenti litici indispensabili per garantire la sopravvivenza a quei tempi. Il Gargano è stato considerato il più antico distretto minerario preistorico d’Europa. Per questo motivo nell’antichità, il Gargano è stato meta di immigrazione di popolazioni dell’altra sponda dell’Adriatico, soprattutto greche e slave. I ruderi della città di Devia sul Monte D’Elio che sovrasta Torre Mileto ne sono una testimonianza.




 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu